Correre al mattino, i consigli dell’esperto

Navigando in rete se ne leggono veramente di tutti i colori e spesso alcune informazioni errate vengono date di proposito per agevolare la vendita di prodotti che promettono miracoli ma che in realtà si rivelano più dannosi che altro. Oggi vogliamo parlare di coloro che amano allenarsi correndo qualche chilometro il mattino presto.

Sul web alcuni asseriscono che correre la mattina presto faccia male, induca allo stress e altre cavolate simili. In verità se si rispettano alcuni dettami di base, la corsa mattutina può avere moltissimi effetti benefici. Partiamo quindi col dire che molte persone scelgono di correre la mattina più per necessità che altro visto che spesso hanno una giornata lavorativa veramente lunga.

Una delle controversie più dibattute in rete è se sia meglio correre a stomaco vuoto o pieno. Alcuni dicono che correre a stomaco vuoto causi l’innalzamento di ormoni come il cortisolo e l’adrenalina, cosa falsa visto che l’essere a digiuno non influisce minimamente sulle prestazioni durante la corsa, perfino i maratoneti più famosi si allenano a stomaco vuoto!

Un altro punto fondamentale che ogni atleta deve tenere presente è il riscaldamento. Se si decide di correre la mattina è assolutamente necessario allungare i tempi di riscaldamento abituali di almeno 10 minuti, per consentire al corpo di riprendersi dallo stato di riposo. Lo stretching ed il riscaldamento dei muscoli sono ciò che vi evita crampi e il doloroso affaticamento muscolare, non scordatelo.

Ultimo consiglio che possiamo darvi ma non di certo il meno importante, è quello di non fare sforzi eccessivi se vi siete svegliati da poco. L’organismo diventa operativo al 100% solo dopo un paio di ore, compiere sforzi eccessivi prima che sia trascorso questo tempo non è affatto consigliabile, mantenete quindi una corsa leggera o una camminata sostenuta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *