Il cibo influisce sull’umore?

Da anni dietologi e psicologi collaborano per rispondere ad una semplice domanda: il cibo può davvero influire sull’umore? La risposta è assolutamente affermativa, numerosi studi hanno infatti dimostrato come l’assunzione di determinati alimenti con una certa regolarità, aiutino il buon umore. Ma scopriamo nel dettaglio quali sono e gli effetti benefici che possono portare.

 

L’omega 3

Si sente spesso parlare di questo componente, la cui presenza è molto concentrata sopratutto nel pesce azzurro, ma non tutti ne conoscono gli effettivi benefici. L’omega 3 costituisce buona parte del tessuto cerebrale e l’assunzione permette il rinnovamento delle cellule oltre che la fluidificazione sanguigna che previene trombosi o altri fastidiosi problemi circolatori.

Un cervello ben irrorato e in continuo rinnovamento ha sicuramente grandi effetti positivi sull’umore e aiuta ad affrontare le situazioni quotidiane con maggiore positività, portandoci anche a risultati più concreti.

 

La vitamina D e i cereali

Ciò che a livello chimico ci mette di buon umore è la serotonina, una sostanza che il nostro organismo può sintetizzare grazie agli alimenti che assumiamo. Nello specifico la vitamina D, che il nostro organismo crea rimanendo esposto ai raggi solari, è un potente alleato per il buon umore. Ma quando si è impossibilitati ad uscire o le giornate sono grigie e piovose, la soluzione più semplice è assumere formaggi freschi o pesci grassi come lo sgombro o la sarda che sono estremamente ricchi di tale sostanza.

Anche i cereali integrali contengono molte sostanze che stimolano la produzione della serotonina, in particolare riso, orzo, farro e miglio, da evitare è invece il mais che è estremamente carente di tali componenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *